Madonna Sistina

La Madonna Sistina è un dipinto a olio su tela di Raffaello.

Databile al 1513-1514 circa è conservato nella Gemäldegalerie di Dresda.

Dipinto Madonna Sistina di Raffaello

Dipinto originale di Raffaello Sanzio

Una tenda verde scostata rivela una stupefacente epifania, tra i santi Sisto papa e Barbara. Maria, a tutta figura, appare discendente da un letto di nubi, composte da una miriade di teste di cherubini, col Bambino in braccio, mentre guarda direttamente verso lo spettatore. Anche i due santi accentuano, coi loro gesti, il momento teatrale indicando e guardando verso l'esterno, come se fosse presente un'invisibile folla di fedeli. Non ha precedenti il rapporto così diretto e teatrale tra la divinità e il fedele. Non si tratta quindi di una visione del divino da parte dei devoti, ma del divino che appare e va verso i devoti. Il Bambino è come offerto alla devozione, prefigurando anche il suo sacrificio per la salvezza dell'umanità.

Questo taglio moderno è sottolineato dalla veste semplice, priva di ornamenti, di Maria, che incede scalza, ma circondata dalla luce. L'umanizzazione della divinità è riscattata dalla bellezza sovrannaturale di rara perfezione e dai sentimenti adulatori che circondano la sua apparizione.

 

I colori dominanti sono intonati a una tavolozza fredda, ravvivata qua e là da zone di giallo e di rosso.

Riproduzione in mosaico Madonna Sistina di Raffaello

Un'opera ricca di dettagli, colori, dalla veste del papa, ai volti degli angeli che emergono tra le nuvole, dall'espressione distratta dei cherubini alla base, a quella profonda della Maria in primo piano.

 

Nulla nella riproduzione in mosaico nulla è lasciato al caso, ogni minimo particolare viene fedelmente riprodotto.

Composizione: 

Smalti e ori veneziani.

Dimensioni:

200x147 cm.

L'opera in Mosaico